| Nickel Safe: Stoviglie |

watercolor-kitchen-tools_23-2147526960[1]

Se volete riprodurre, copiare, copia-incollare questo testo in qualsiasi sua parte, per favore contattatemi su nickeltestedbeauty@gmail.com o citate il sito di questo blog inserendone il link.
Grazie.

 Cottura – materiali per pentole/padelle

Cuocere, sbucciare, togliere i semi, tritare, frullare gli alimenti fa si che un po’ del Nickel che contengono si disperda e quindi il quantitativo di Nickel che ingeriamo sarà leggermente inferiore. Questo può essere utile da tenere presente quando si approcciano gli alimenti a basso/medio contenuto di Nickel, mentre non serve a nulla per gli alimenti ad alto contenuto di Nickel, che anche se disperdono un po’ del metallo non raggiungono comunque delle concentrazioni da noi tollerate.

  • Permessi: Vetro, Acciaio inox 18/0 o 18/c (il classico 18/10 ha il 10% di Nickel). Padelle con rivestimenti in teflon antiaderente, pietra o ceramica sono permesse solo se certificate Nickel Free.
  • Vietati: Ghisa, Porcellana, Terracotta, Stoviglie smaltate. Se avete la necessità di usare una piastra in ghisa è consigliabile utilizzare la carta da forno per minimizzare i danni.

Consigliati gli utensili in ceramica o plastica e questo vale anche per i robot da cucina, che purtroppo in genere hanno la planetaria e le lame in acciaio 18/10, quindi non sono adatti agli allergici al Nickel.

NB: per essere sicuri potete documentarvi sulla lega utilizzata (ad esempio se una stoviglia è fatta completamente in acciaio 18/0 sapete già dal nome che il nickel non c’è) oppure dovete controllare che ci sia una dicitura esplicita e chiara.
La dicitura deve essere sempre “Nickel free”, “Nickel Safe”, “Senza Nichel” o simili.
Su questo punto vorrei sottolineare che “Nickel Tested” è la dicitura corretta per prodotti cosmetici e detersivi e che NON ESISTE un prodotto del genere che sia “Nickel free”. Per quanto riguarda invece i materiali per le stoviglie o per i gioielli è possibile che siano completamente privi di Nickel e quindi è corretto dire “Nickel free” o “Senza nickel”.
La dicitura “PFOA Free” non è sufficiente a garantirci un pasto sereno.

Marchi con stoviglie Nickel Safe

PRIMA DI SCRIVERE QUI IL NOME DI UNA AZIENDA, CONTROLLO PERSONALMENTE CHE CI SIA SUL SITO E/O SULLA CONFEZIONE LA DICITURA ESPLICITA “NICKEL FREE” O SIMILI.
PER ESSERE AL 100% SICURA DI QUESTA LISTA HO ADOTTATO LA TECNICA “SE NON VEDO NON CREDO”
SE CONOSCETE ALTRI MARCHI NICKEL free, O SE LA VOSTRA AZIENDA PRODUCE STOVIGLIE NICKEL free, LASCIATE UN COMMENTO O SCRIVETE A NICKELTESTEDBEAUTY@GMAIL.COM!

Per amore di completezza indico anche che su molti rivenditori online (come Amazon) sono riportati come Senza Nickel anche alcuni prodotti dei seguenti marchi, ma sul loro sito non sono riuscita a trovare una conferma che mi soddisfacesse: